lunedì 18 ottobre 2010

Caro Agente Immobiliare: scegliti la vita che vuoi, tanto lo stai facendo comunque !!!

Una volta un tale trovò un uovo d’aquila  e lo mise nel nido di una chioccia. L’uovo si schiuse contemporaneamente a quelle della covata e l’aquilotto crebbe insieme ai pulcini. Per tutta la vita l’aquila fece quello che facevano i polli del cortile,pensando di essere uno di loro. frugava il terreno in cerca di vermi ed insetti,chiocciava e schiamazzava, scuoteva le ali alzandosi da terra di qualche centimetro. Trascorsero gli anni e l’aquila divenne vecchia. Un giorno vide sopra di sé nel cielo sgombro di nubi, uno splendido uccello che planava, maestoso ed elegante, in mezzo alle forti correnti d’aria, muovendo appena le robuste ali dorate.  La vecchia aquila alzò lo sguardo piena di stupore “ chi è quello?” chiese. “E’ l’aquila il re degli uccelli” rispose il suo vicino “appartiene al cielo. Noi invece apparteniamo alla terra, perché siamo polli”.  E fu così che l’aquila visse e morì come un pollo poiché pensava di essere tale.  Anche noi commettiamo un errore analogo all’aquila-pollo, che vedendo volteggiare un’aquila-aquila pensa che sia il destino ad averla fatto nascere “re degli uccelli”.  Ma il destino ce lo costruiamo da soli con le nostre azioni e pensieri: in ognuno di noi esiste un enorme potenziale che, talvolta,  l'ambiente circostante o le nostre scelte annichiliscono fino a farlo sparire. Bisogna trovare la forza di farlo riemergere, sopratutto nei momenti di difficoltà.
Per vivere da pollo basta pensare di esserlo davvero.....
Buone vendite a tutti  
                                                                                      Luca Gramaccioni
Se desideri ulteriori informazioni o suggerimenti oppure vuoi scambiare opinioni sul mondo della formazione per gli operatori immobiliari o creditizi, contattami direttamente su gramaccioni@formazioneprofessionisti.com

Posta un commento