venerdì 1 gennaio 2016

ATTENZIONE
Puoi trovare nuove informazioni, articoli, eventi e corsi di formazione 
di Luca Gramaccioni sul sito



mercoledì 23 dicembre 2015

Nel 2016, porta del vero valore ai tuoi clienti!

Nell'immobiliare "portare valore" per i clienti, siano acquirenti o venditori, aumenta automaticamente la percezione del tuo valore e, sopratutto, il compenso che è possibile chiedere. 
Più valore fornisci e più potrai essere valutato migliore rispetto ai tuoi competitors. 
Se fra te ed altri non si percepisce la differenza, puoi solo sperare che i tuoi clienti siano generosi, tolleranti e forse anche un pò stupidi...
Ti auguro di cuore di poter trovare il tuo personalissimo modo di apportare e far percepire ai tuoi clienti l'ottimo agente immobiliare che sei.
BUON NATALE A TUTTI VOI!

e come sempre....Buone vendite a tutti!                                    Luca Gramaccioni

venerdì 18 dicembre 2015

Gli errori esitono.. e meno male!

In tanti anni di immobiliare ho imparato che gli errori esistono proprio perchè posso imparare come evitarli e non commetterne più. 
Nessun Agente immobiliare ha fatto successo evitandoli, piuttosto chi è riuscito a raggiungere il successo lo ha fatto proprio attraverso una propositiva convivenza con i propri continui errori. 
C'è sempre speranza per chi vuole migliorare....

Buone vendite a tutti.                                    Luca Gramaccioni

martedì 15 dicembre 2015

Specializzarsi conviene!

Nell'immobiliare dividersi fra "specialisti" le attività da svolgere è diventata una necessità vitale, con buona pace dei "tuttologi" e delle gestioni con agente "omni-comprensivo" tipico degli anni '90 o delle agenzie vecchia maniera. 
L'evoluzione della vecchia agenzia è oggi quella che ho chiamato "Micro Team Agency" ovvero un Agente, un esperto di Vendita ed un Assistente tecnico-logistico. 
Perchè fare male qualcosa che altri farebbero meglio investendo una parte dei tuoi guadagni?

Buone vendite a tutti.                                    Luca Gramaccioni

venerdì 11 dicembre 2015

Cambiare, cambiare, cambiare sempre!

Il cambiamento è una parte essenziale della vita di un agente immobiliare ed è inarrestabile perchè per diventare più bravi bisogna imparare e sperimentare. 
Ci sono decine di corsi per imparare come fare per acquisire e vendere di più, ma se poi non si applicano si torna sempre al punto di partenza, alla situazione che non ci soddisfa. 
E' come avere a disposizione una cassetta degli attrezzi: se non li usi che ce li hai a fare? 
Impossible is nothing...

Buone vendite a tutti.                                    Luca Gramaccioni

martedì 8 dicembre 2015

Never give up!!!

Nell'immobiliare perdere la possibilità di gestire un incarico o perdere una possibile vendita, diventano una cosa concreta solo quando molli. 
"Never give up", non mollare mai, è il motto di chi è davvero un Agente immobiliare nell'animo e non solo sulla carta. 
Se poi attraversi un momento particolare e pensi di non farcela, chiedi aiuto: qualcuno troverai!

Buone vendite a tutti.                                    Luca Gramaccioni

sabato 5 dicembre 2015

Meglio una trattativa oggi che...

Nell'immobiliare meglio una trattativa chiusa in più che aspettare di chiuderne una più grande. 
Questo non vuole dire necessariamente accontentarsi ma piuttosto ricercare altre opportunità e collaborazioni per essere in grado di vendere di nuovo il più velocemente possibile ed avere sempre un pò di tempo in più per dedicarsi alla ricerca di nuovi immobili vendibili.

Buone vendite a tutti.                                    Luca Gramaccioni

giovedì 3 dicembre 2015

Ma davvero esite la "mentalità giusta" ?

Nel mondo immobiliare tanti parlano di "mentalità giusta" ma avere la mentalità "giusta" (chissà poi quale sia..) come l'avere delle convinzioni radicate sul lavoro, non significa ottenere di sicuro i risultati sperati. 
Avere le proprie personali e radicate convinzioni su come agire per intermediare di più, darà forse buoni risultati ma durerà tanto quanto riuscirai a sostenere lo sforzo per portarle avanti. 
Una via migliore è quella dell'elasticità mentale ed operativa: il mondo di oggi non resta mai lo stesso di ieri.

Buone vendite a tutti.                                    Luca Gramaccioni

lunedì 30 novembre 2015

Le quote? E cosa sono?

Nell'immobiliare avere quote di attività indefinite, come ad esempio non progettare le ore di lavoro oppure crearsi obiettivi troppo lontani nel tempo, non aiuta davvero nessuno, tanto meno chi vive di provvigioni. 
Avere dei target specifici da raggiungere in un tempo breve, aiuta la focalizzazione ed aumenta la produttività.

Buone vendite a tutti.                                    Luca Gramaccioni

giovedì 26 novembre 2015

Evita gli "sconosciuti"...

Nell'immobiliare, per non perdere tempo, è molto meglio saper riconoscere i possibili clienti migliori e dedicargli da subito tempo ed attenzione. 
Esistono tecniche e strumenti che ti permettono di evitare le persone che, con molta probabilità, ti faranno lavorare tanto senza ripagare lo sforzo. 
Il tuo focus quotidiano è certamente la ricerca di rapporti personali e lavorativi che portano reciprocamente vantaggio.

Buone vendite a tutti.                                    Luca Gramaccioni

lunedì 23 novembre 2015

Qualcosa di positivo certamente c'è!

Il grande trucco dell'immobiliare è quello di concentrarsi su quello che può accadere di positivo, focalizzandosi sul lavoro necessario a realizzarlo senza farsi condizionare dai "se" e dai "ma". 
Che tu sia un gestore o un agente singolo, un broker o in un franchising, segui sempre l'onda delle opportunità, annusala, cercala costantemente perchè è di certo intono a te.

Buone vendite a tutti.                                    Luca Gramaccioni

sabato 21 novembre 2015

Come migliorarsi senza spendere? Ecco qui!

Non esiste agente immobiliare davvero produttivo che non abbia costantemente migliorato le sue abilità. 
Puoi farlo con dei corsi, dei webinar o anche leggendo libri ma, sopratutto, puoi farlo con i Role Play (Practise by doing). 
Se non impari come padroneggiare le abilità necessarie ad intermediare, sarai votato alla discontinuità di risultati e sarai lasciato indietro in questa professione che è sempre in continua evoluzione.

Buone vendite a tutti.                                    Luca Gramaccioni

venerdì 20 novembre 2015

Un momento davvero importante!

Una volta tanto colgo l'occasione per autocelebrarmi perchè questa esperienza è stata davvero importante per me. Ecco una piccola parte di uno dei momenti più significativi della mia vita professionale: di fronte a 50 esperti di real estate da varie parti del mondo, un flash in inglese sul mondo immobiliare italiano. 
Una grandissima soddisfazione per l'invito ed una grandissima emozione sul momento... Unforgettable... (NAR Convention 2015- Commitee Meetings - CRS Global Alliance - 13.11.2015 - S.Diego CA)

giovedì 19 novembre 2015

E' sempre un gioco di numeri...

Non finirò mai di ripeterlo ed insegnarlo: "Real Estate is a number game", l'immobiliare è un gioco di numeri. 
Per qualsiasi agente di qualsiasi tipo ed esperienza, non produrre quote di lavoro adeguate è l'anticamera dell'insoddisfazione economica e personale. 
Saper poi leggere quei numeri una volta raccolti, per applicare dei correttivi utili a migliorarli, è un'arte raffinata che solo pochi mentori, coach o broker sono in grado di fare. 
Ne hai qualcuno a disposizione?

Buone vendite a tutti.                                    Luca Gramaccioni

lunedì 16 novembre 2015

Experiment is the key..

Nell'immobiliare lavorare con energia è una grande discriminante per essere vincenti. Sperimentare metodologie nuove, oppure riadattare al mercato attuale le attività fatte centinaia di volte (magari grazie ad un coach), è il modo più semplice per creare nella vita quotidiana nuova energia ed una sensazione di positiva attivazione. Inserire questa energia in una routine specifica e personalizzata, ci permette di essere agenti più produttivi senza troppa fatica in più.

Buone vendite a tutti.                                    Luca Gramaccioni

venerdì 13 novembre 2015

Chiedere aiuto? Si puo!

Nell'immobiliare saper chiedere aiuto è essenziale per migliorare e guadagnare di più. Incredibile quanti agenti il cui lavoro è aiutare i loro clienti, a loro volta non chiedono aiuto perché pensano che sia inutile o che se lo fanno sono dei falliti o dimostrano di essere incompetenti. 
Siamo professionisti ma anche esseri umani e tutti possiamo uscire di strada, rallentare, avere un attimo di sconforto o trovare un vicolo cieco. Trovare una persona competente con cui parlare, che sia un mentore, un amico, un coach o il tuo leader, può solo aiutarci a volare.

Buone vendite a tutti.                                    Luca Gramaccioni

martedì 10 novembre 2015

Il Passato? Lascialo stare...

Nell'immobiliare pensare al passato, a come si stava meglio prima di adesso, porta solo diritto al fallimento. Pensare solo o troppo al futuro, seguire sogni improbabili, essere ottimisti a tutti i costi, ti fa solo perdere contatto con la realtà. 
Oggi vivo, oggi faccio, oggi realizzo: oggi (e solo oggi) ottengo quello che voglio davvero!

Buone vendite a tutti.                                    Luca Gramaccioni

lunedì 9 novembre 2015

AGENTE & VINCENTE- NUOVE FORMULE D'ACQUISTO


Mi è sempre piaciuto pensare che la professione di Agente Immobiliare sia assolutamente dinamica ed in continua evoluzione e qualsiasi cosa possa  differenziarci da ciò che un normale utente riesce a completare da solo (o almeno lui crede), aiuta tutta la categoria ad essere meglio percepita dal mercato.
Chi lo dice quindi che un Agente immobiliare si deve concentrare solamente sulla mediazione classica? L’avvento di nuove formule per l’acquisto degli immobili, in parte suggerite dalla necessità del mercato di  trovare soluzioni nuove e utilizzabili dai clienti attuali, è cosa nota ma spesso viene sottovalutata proprio perché, nonostante il mercato potenziale sia vasto e appetibile, davvero in pochi colleghi se ne occupano con continuità. 
da qui l'idea di creare una lezione appositamente sul tema con diverse indicazioni. 
Questa lezione introduce al mondo delle formule alternative all’acquisto classico e le denomina sotto il nome di RenToBUy & C. (qui trovate anche l'ebook venduto per beneficenza http://ow.ly/Upe3a ). Il contenuto del corso è stato assemblato usufruendo degli studi e degli accorgimenti di un gruppo professionale che offre servizi a riguardo e che certamente aiuta l’Agente immobiliare ad esplorare con interesse anche queste nuove possibilità. 
Ecco che nella giungla delle normative e delle alchimie dei cosiddetti “contratti atipici”, si cerca di fare chiarezza adottando canoni di riferimento che sono di ausilio e guida a chiunque voglia sapere come muoversi e, soprattutto, come tutelare i propri clienti da sorprese presenti e future.
Tra gli argomenti principali troviamo le 7 formule utilizzabili del monto del RenToBUy&C. , alcuni esempi, calcoli e avvertenze da utilizzare nel Rent to buy, come trovare e vendere questo specifico prodotto ai clienti potenziali e quali sono gli argomentazioni per la vendita di questi servizi.
Approfondire sarà certamente molto utile per tutti gli utenti di Agente & Vincente: scommettiamo che potranno utilizzare queste competenze fin da subito?
Buona vendite a Tutti.               Luca Gramaccioni








sabato 7 novembre 2015

Racioppi - Gramaccioni: Cosa ci aspettiamo dalla Convention NAR di San ...

Perchè dovrei seguire delle procedure?

Seguire delle procedure specifiche per ogni fase della nostra professione, che sia Ricerca, Acquisizione, Promozione, Vendita o Gestione, è essenziale per ottenere risultati con continuità nel mondo immobiliare. L'alternativa a questo è credere alle favole, alle botte di culo o pensare che le nostre risorse interiori siano costanti ed inesauribili. Diffidate di chi insegna solo tecniche carpe diem anche perchè una procedura puoi seguirla subito e ti garantisce di ottenere un buon risultato immediato.

Buone vendite a tutti.                                    Luca Gramaccioni

lunedì 2 novembre 2015

Stai in gara con te stesso!

Meglio fare riferimento ed essere in gara solo con se stessi. Confrontare i propri risultati con quelli degli altri è un utilissimo punto di riferimento, ma non ci dice come quel risultato è stato ottenuto dagli altri colleghi. Ciò che davvero conta, infatti, è come si vive il percorso e non come si raggiunge il traguardo (che ne è una conseguenza). Inoltre esiste certamente, nel variegato universo immobiliare, una nicchia o una specialità dove posso eccellere e tentare di essere il migliore.

Buone vendite a tutti.                                    Luca Gramaccioni

venerdì 30 ottobre 2015

Ci vuole tutta una vita a....

Alcune cose che accadono nella mediazione sono inspiegabili (comportamenti dei clienti o dei colleghi o di fornitori e consulenti) e sii consapevole che non può essere un problema sapere, capire e gestire tutto per forza. Concentranti sulle cose davvero importanti e sappi che di certo nulla è definitivo ed è sempre possibile intervenire in qualche modo. 
Be yourself & go on...


Buone vendite a tutti.                                    Luca Gramaccioni

mercoledì 28 ottobre 2015

Dall’appartamento alla strada al web: l'evoluzione semiseria dell’agente immobiliare

C’era una volta un signore che, standosene all’interno del suo studio ben arredato posto in un appartamento al 4° piano di una via in centro, proponeva ai propri clienti le modalità di acquisto dell’immobile messo in vendita da un qualsivoglia proprietario. 
Questo signore solitamente ben curato e vestito era un Agente immobiliare, spesso di buona famiglia e laureato, che aveva iniziato la professione come ripiego o quasi casualmente o magari, per l’impossibilità di entrare in un ordine professionale come avvocato o notaio o architetto. Spesso era figlio di costruttori  o comunque la sua estrazione “palazzinara”  era piuttosto marcata. L’essenza del suo lavoro era far visionare immobili, curandone moltissimo la presentazione, ed avendo come unico obiettivo quello di far incontrare le parti per tentare di chiudere la trattativa. Metteva cartelli sul posto e qualche annuncio sui giornali, non si occupava di documenti ma portava tutti dal notaio che provvedeva a stipulare preliminari,rogiti ed a tutto il necessario per arrivare al completamento della transizione.  Quale era la sua caratteristica peculiare?  Sapeva parlare benissimo ! Un vero affabulatore che, con argomentazioni convincenti e, spesso, aggressive, riusciva  spessissimo a far percepire acquisti  o vendite come le uniche vie di uscita alla piatta vita vissuta fino a quel momento da acquirente o venditore.

Poi scese in strada.

Portò la propria attività a diretto contatto con il pubblico, anzi, la fece diventare uno spettacolo da vetrina: chiunque passasse poteva vederlo all’opera. Il suo ufficio era talvolta molto bello, ben arredato, talvolta molto spartano e minimalista ma aveva comunque la porta aperta anche quando fuori nevicava perché qualunque passante potesse entrare a chiedere informazioni. Metteva cartelli sui portoni e dei portieri era il confidente e passava gran parte del proprio tempo in zone specifiche dove si era messo in testa l’obiettivo di sapere morte e miracoli delle persone e degli  immobili. Conosceva  tutti i prezzi  delle case vendute ed aveva iniziato anche a raccogliere i nomi di quelli che volevano comprarle. Si abbassò l’età, quasi come un lifting necessario al nuovo contesto: non più azzimati signori cinquantenni ma giovani rampanti, possibilmente non laureati ed al primo impiego e con una voglia di emergere fuori dal comune. Poco importava se di compravendite poco conoscessero perché c’era sempre qualcuno più esperto che li guidava, consigliava ed istruiva. Le sue competenze aumentavano con l’esperienza e, talvolta, qualche corso specifico. Doveva continuamente ricaricarsi ed aumentare la propria autostima, così ebbe il bisogno di circondarsi di simili  e di fare gruppo, di sentirsi protetto da un clan. Camminò sui carboni, lesse il “venditore meraviglioso” di Bettger e si spinse in cieche avventure imprenditoriali senza averne le capacità: qualcuno sopravvisse, altri no.

Poi entro in internet per la prima volta.

Con meraviglia si accorse di poter comunicare con molta più gente e che, forse, non c’era bisogno di mettere cartelli sui portoni perché poteva far vedere le case in vendita con molte più foto, che poi non metteva per paura che la concorrenza gli soffiasse l’affare. Riusciva comunque a fare migliaia di telefonate al giorno a tantissima gente anche se non aveva niente da dire. Si circondò di belle ed impreparate telefoniste il cui unico scopo era quello di aggredire le persone via cavo nella speranza che, sparando nel mucchio, si producessero clienti. Studio la PNL e l’analisi transazionale ma non ne fece mai uso. Apprese modelli organizzativi nuovi ma non ne fece mai uso. Si ritrovo software più funzionali, ma non ne fece mai uso. Comprò però decine di telefonini di cui fece un uso smodato. Distribuiva migliaia di riviste, volantini e periodici tanto da costringersi ad ospitare decine di pacchi di giornali anche in bagno o sulle sedie riservate ai clienti. Pagava qualunque giornale di inserzioni per farsi pubblicità. Suonava ancora i campanelli, parlava ancora con i portieri ed ancora considerava gli acquirenti persone poco interessanti per il suo business, anzi, solitamente erano dei perditempo che cercavano la casa ideale. Non sapeva a chi dare retta perché tutti volevano comprare, tutti  avevano un mutuo e chiunque volesse vendere chiudeva in 48 ore. Era un po’ invecchiato, ora rasentava spesso i trenta e non aveva una grande necessità di stare in compagnia: in due o tre si sta bene e si lavora meglio. Ed internet che fine ha fatto? Buono per mandare email, vedere la concorrenza e passare il tempo libero navigando….

Poi arrivò la crisi

Fu il buio. Cambiò il contesto. Ciò che era non era più. Ciò che funzionava non fungeva più. Nessun mutuo facile. Venditori impazziti. Acquirenti dimessi. Tanta gente cambiò mestiere. Non più feste continue ma serate in casa. Via la cravatta: che bisogno c’è di avere uno stile formale? Eppoi era sicuramente più elegante senza, più libero. Iniziò ad essere più comprensivo con i concorrenti e molto meno con gli indecisi, anzi, sperava sempre in una telefonata risolutoria per la vendita di certi immobili in portafoglio da troppo tempo. Spediva sms per ogni cosa: appuntamenti, disdette, trattative.  Inviava foto immobile con mms e video della casa postandoli su you tube. Ormai gli assegni andavano tracciati ed i contanti erano un miraggio. Il tempo era sempre troppo, sembrava essersi dilatato a dismisura: l’incarico almeno per 8 mesi e una vendita ogni due, lo stesso tempo che serviva per avere un finanziamento. Al contrario le commissioni si erano accartocciate su se stesse: il 4, poi il 3,5, il 3 poi 2 poi 1….”... speriamo di chiudere la trattativa e pagare i costi…” La parola d’ordine diventa “mettilo sul portale”.   Chiudevano filiali ed aumentavano i free lance al ritmo esponenziale di facebook. Gente conosciuta in rete che scopre di fare affari, neanche sembra vero… ”e se poi non è affidabile? Io mi curo i clienti miei…”

Poi decise di cambiare davvero....            ... to be continued?
Buone vendite a tutti.                                    Luca Gramaccioni

martedì 27 ottobre 2015

Paga te stesso per primo...

"Paga te stesso per primo" perché se non ti prendi cura finanziariamente di te stesso non lo farà nessun'altro. Non puoi aiutare gli altri (volontariato, beneficenza, solidarietà, correttezza sul lavoro e nei rapporti) se non sei autonomo. Pagare se stessi significa anche ricercare ed avere gratificazioni: anche il semplice meritato riposo può esserlo così come raggiungere piccoli obiettivi per te significativi. Pagare prima se stessi ti permette di guardare molto più lontano...


Buone vendite a tutti.                                    Luca Gramaccioni

domenica 25 ottobre 2015

AGENTE & VINCENTE: Organizzare e gestire una Open House

Cosa è una Open House?  Spesso si confonde l’open house, ovvero lasciare una casa "aperta" in modo che sia visitabile da chiunque, come un momento organizzato per fare in modo che la promozione del proprio incarico sia "spinta al massimo, creando l'occasione di aumentare le visite e l'interesse vero quella casa.
Nella realtà è invece uno dei metodi migliori per crearsi una serie valida di contatti, sopratutto in quella specifica zona di mercato. Che tu sia un nuovo agente oppure tu sia un agente esperto, organizzare una open house è il modo migliore per creare un impatto positivo e risonante con la tua area di influenza presente e futura. 
Le Open Houses infatti creano sempre una buona opportunità di business e sono particolarmente importanti durante i mercati in recessione come quello attuale,  quando il tuo portafoglio è pieno di incarichi e tutti corrono dietro i pochi acquirenti rimasti che, siccome vogliono vedere qualsiasi cosa, ti costringono a decine di appuntamenti pressochè inutili. L’Open House quindi è sopratutto un sistema per creare rapporto e futuri contatti in modo che tu possa dimostrare un elemento essenziale per il tuo successo: prenderti cura dei venditori e fornire loro un servizio di alta qualità. 
Sapere cosa è ed a che cosa serve è solo il primo passo per la sua buona riuscita mentre sono altrettanto importanti le attività per organizzarla perfettamente in modo che diventi davvero funzionale: cosa fare prima, durante ed alla fine, quali aspettative avere e quali dati raccogliere per  effettuare una Open House di successo. Il promo video è relativo alla lezione specifica del percorso Agente&Vincente che puoi trovare sul sito www.agentevincente.com
Sei pronto ad organizzarne una?
Buone vendite a tutti                                        Luca Gramaccioni

sabato 24 ottobre 2015

Esci dalla tua zona di confort!

Vincere, essere attivi e contenti passa per la capacità di uscire dalla propria zona di confort, vera dannazione interiore di chi si occupa di immobiliare. Fare cose che non piacciono come, ad esempio la ricerca ed il follow-up, porta sempre grandi soddisfazioni ed è per questo che bisogna vincere la nostra inerzia naturale per continuare a creare occasioni di business. Se qualcosa non piace ma sappiamo che è giusta, meglio farla anche se in quel momento ci sembra inutile e senza senso.


Buone vendite a tutti.                                    Luca Gramaccioni

giovedì 22 ottobre 2015

Apprendere è un processo!

Apprendere è un processo e non un evento. Nessun Agente immobiliare è mai migliorato in un singolo corso perchè il miglioramento dei risultati è dovuto ad un processo di apprendimento e non ad un evento. L'evento è lo stimolo, l'idea, il processo è la sua realizzazione. Bisogna ricercare chi può migliorare i nostri processi e se proprio bisogna affidarsi a qualcuno, meglio esserlo di qualcuno che abbia la capacità di mettere in pratica quello che vuole insegnare. 


Buone vendite a tutti.                                    Luca Gramaccioni

lunedì 19 ottobre 2015

La curiosità

La curiosità è la vera forza che fornisce all'Agente immobiliare tutta la motivazione che serve per ottenere grandi risultati. Se non c'è curiosità non esiste nessun cambiamento, nessuna azione e nessun progresso professionale. Chi è curioso approfondisce le cose, fa domande non banali, si preoccupa delle conseguenze perchè le esplora in anticipo e, sopratutto, la curiosità non ti permette di essere tranquillo. Nessun Agente immobiliare "tranquillo" ha mai fatto successo...

Buone vendite a tutti.                                    Luca Gramaccioni

venerdì 16 ottobre 2015

Siamo tutti diversi...

Ogni individuo ed ogni cliente sono un mondo a sè: qualcuno sarà facile da gestire altri no ma, sopratutto, bisogna essere consapevoli che esiste sempre un modo per gestirli. Non tutti ti vedranno come qualcosa di utile e molti non si comporteranno correttamente sebbene possono guadagnarci nel farlo. Utilizzare del tempo per cercare di capirli è davvero molto utile per qualsiasi agente immobiliare.

Buone vendite a tutti.                                    Luca Gramaccioni

martedì 13 ottobre 2015

Se non cambi il tuo modo di pensare...

Siamo i responsabili di tutto ciò che ci accade: se non cambiamo il nostro pensiero, non cambiamo nulla perchè quello che accade nella vita professionale non è casuale ed il successo stesso non è casuale. Ogni vendita effettuata o saltata può essere vista come conseguenza di quello che si credeva e pensava in quel momento.

Buone vendite a tutti.                                    Luca Gramaccioni

lunedì 12 ottobre 2015

AGENTE & VINCENTE: Come creare un Business Plan efficace

Perchè un Agente Immobiliare dovrebbe lavorare attraverso un business Plan? Per ottenere risultati migliori e con più continuità! Se è vero che si lavora per vivere e non si vive per lavorare, l'utilizzo di un business plan efficace è il miglior modo possibile per riuscire ad avere tutto sotto controllo in modo efficiente ed efficace. Non è forse il caso di cominciare ad usarlo davvero?

sabato 10 ottobre 2015

La nostra mente...

La mente è ciò che alla fine determina il successo di un Agente immobiliare. Il nostro modo di pensare controlla il nostro linguaggio ed il nostro comportamento di fronte ai clienti. Se la tua mente è tesa alla relazione avrai un un linguaggio "pulito" e ""commerciale" che ti farà sentire e ti mostrerà come piacevole e professionale.

domenica 26 luglio 2015

IMPROVVISI OGNI GIORNO?

Nel corso delle migliaia di giornate passate in agenzia a contatto con clienti ed altri agenti, penso di poter affermare che esistono 3 macro categorie di approccio alla professione:

a) quelli che creano giorno per giorno
b) Quelli che si organizzano
c) quelli che credono di essere efficienti
Molti fanno parte della prima categoria e sono i credenti del "vivi bene e muori presto". Sopravvivono (sopratutto a se stessi) e gli auguro di avere sempre l'energia per gestire tutto lo stress che accumulano. 
Condoglianze vivissime.


Il secondo gruppo è quello che decide quando deve accelerare o frenare e che, tutto sommato, se la gode comunque ma con il vantaggio di "scegliere" cosa fare della propria vita. 
Voglio tanti soldi? Allora mi organizzo per questo...
Voglio vivere confortevolmente? Allora mi organizzo in modo diverso... Well done! Sei un figo: respect!
Il terzo gruppo è davvero border line e, purtroppo, molto, molto, molto numeroso! 
Non usano un gestionale: ne sono vittime.
Tempo ed impegni si accavallano senza tracce di produttività continua.
Credono di approfondire ma si perdono in mille dettagli inutili. 
Hanno tassi di conversione con percentuali basse come il sodio nella minerale.
Sconvolgono qualsiasi pianificazione e scambiano "organizzarsi" con il "carpe diem", più frequentemente di un metrò parigino.
Gente complicata che ama complicarsi la vita senza alcun vantaggio.
Per questi ultimi nutro un sincero affetto fraterno e gli consiglio di venire a Pescara il 28 luglio ed il 2 ottobre per capire come orientarsi meglio sulle cose che davvero fanno chiudere più transazioni.....
Ps ....scommetto che ti senti parte del secondo gruppo...  ;-D

Buone vendite a tutti.                                    Luca Gramaccioni

giovedì 23 luglio 2015

RISULTATI? NUMERI & NOVITA'!

Alla continua ricerca di alchimie strane per fare più soldi in un mercato oggettivamente difficile e complesso, ecco che ti spunta questo seminario del 28 luglio a Pescara: ma che ci vado a fare? Ma perché dovrei partecipare?Per due motivi essenziali: capire come far funzionare i propri numeri e trovare nuove vie per un mestiere antico.
Senza la pretesa di creare un Matrix metodologico per l'immobiliare (l'essere umano è troppo vitale per chiuderlo in scatolette), la prima ricetta è abbastanza conosciuta e (purtroppo) pochissimo frequentata: tutti sanno che "Real Estate is a number game", cioè l'immobiliare è un gioco di numeri, ma poi pochissimi Agenti lavorano con questa modalità. 

Non produrre quote di lavoro adeguate è di sicuro l'anticamera dell'insoddisfazione economica (e questo lo sanno in molti): basta il solo fare di più? Non serve fare di più ma fare meglio perché è il saper leggere le proprie quote numeriche per applicare dei correttivi utili a fatturare di più l'arte raffinata che solo pochi mentori o broker sono in grado di usare bene: con noi puoi impararlo e spostare il focus dal "dovrei farlo" al "ora lo faccio".
La seconda ricetta è sperimentare tecniche e metodologie nuove, oppure riadattare al mercato attuale attività fatte centinaia di volte, è il modo più semplice per creare nuova energia ed una sensazione positiva, quella positività che spesso manca a tanti colleghi. 
Cercare di avere una routine specifica e personalizzata ti permette di essere più produttivo senza troppa fatica: con noi puoi impararlo.
Concediti una vera chanche: partecipa il 28 luglio ed il 2 ottobre ad Agente & Vincente iscrivendoti su questo link http://ow.ly/Pt8eY


Buone vendite a tutti.                                    Luca Gramaccioni

martedì 21 luglio 2015

ACCETTI LA SFIDA OPPURE NO?

"....anche chi non pratica o non segue lo sport, può rendersi conto di quant’è importante accettare sempre le sfide della vita. Prova a pensare alla tua vita come a dei punti in sequenza infinita: ad ogni punto c’è stato, c’è e ci sarà qualcuno o qualcosa che ti metterà alla prova, che ti chiederà di competere, di dimostrare il tuo valore. 

E’ la filosofia de “Gli esami non finiscono mai” di Eduardiana memoria: è sempre il prossimo quello per cui combattere ed impegnarsi, non l’esame appena passato.
Ma per fare un esame bisogna iscriversi e presentarsi, ovvero partecipare. Chi non gareggia si estrania, chi si estrania desiste, chi desiste non può vincere.

Chi non partecipa non saprà mai se poteva riuscire: possiede il nulla con un rimpianto in più. Chi partecipa e viene sconfitto non avrà il rimorso di essersi preparato peggio di altri, ma la certezza e la consapevolezza di aver comunque dato il massimo possibile in quel luogo ed in quel tempo." (brano tratto dal libro "Metti, per caso, che ci credi...")
Ecco perchè dovresti partecipare il 28 luglio ed il 2 ottobre a Pescara al corso Agente&Vincente: la vera differenza tra il tentare ed il rinunciare è che chi rinuncia pensa al risultato prima, chi tenta ci pensa dopo e solo il risultato finale ti dirà se avevi torto o ragione.
Se sei uno di quelli che "vogliono tentare" di cambiare in meglio la propria condizione professionale, partecipa iscrivendoti su questo linkhttp://ow.ly/Pt8eY

Buone vendite a tutti.                                    Luca Gramaccioni

lunedì 20 luglio 2015

3 CONSIGLI SUL COMO'...

Come con le civette della filastrocca, arriva il momento di rendersi conto che qualcosa di indispensabile fa parte della nostra vita e, purtroppo, rimane fermo ed immobile sopra il comò.
1. Sei certo che ciò che stai facendo è congruente con i tuoi obiettivi? Purtroppo spesso cerchiamo un risultato, ci pensiamo, lo progettiamo, lo sogniamo e poi le nostre azioni quotidiane vanno da un'altra parte!

2. Punti all’essenziale? Cosa ti è veramente utile oggi per fare bene o meglio il tuo lavoro? Elimini ciò che è inutile oppure riesci a metterlo da parte per evitare distrazioni che ti portano lontano dall’essere davvero bravo ed efficiente?
3. Aldilà del tipo di impegno, cerchi di organizzarti con largo anticipo le tue attività professionali? E non parliamo di appuntamenti con terzi (clienti notai, tecnici) ma con te stesso per le attività davvero funzionali a fare business. Solitamente l’errore è quello di spezzettare e frantumare in mille porzioni di tempo quello che è davvero importante, confidando solo sull’improvvisazione e la propria capacità di adattamento.
Gestire la tua attività in modo coerente con ciò che sei e ciò che vuoi è una delle cose che puoi migliorare il 28 luglio ed il 2 ottobre a Pescara nel corso Agente&Vincente: iscriviti su questo link http://ow.ly/Pt8eY


Buone vendite a tutti.                                    Luca Gramaccioni

sabato 18 luglio 2015

L'AGENTE & L'AQUILA

Questa la sapete: 
un uovo d’aquila finì nel nido di una chioccia. L’uovo si schiuse e per tutta la vita l’aquila fece quello che facevano i polli del cortile,pensando di essere uno di loro: frugava il terreno in cerca di vermi ed insetti,chiocciava e scuoteva le ali alzandosi poco da terra. E fu così che l’aquila visse e morì come un pollo poiché pensava di essere tale.
Quello che potresti non sapere ancora è che non voglio convincerti che sei un "aquila" dell'immobiliare ma che, forse, ne hai tutte le potenzialità per diventarlo. 

Il destino ce lo costruiamo da soli con le nostre azioni e pensieri quini puoi credere possibile migliorarti partecipando il 28 luglio ed il 2 ottobre a Pescara ad Agente&Vincente oppure puoi crederlo impossibile o non opportuno o troppo caro o troppo estivo o non decisivo o..., o..., o..., o...
In ognuno di noi esiste un enorme potenziale che, talvolta, abitudini, ambiente o le nostre scelte annichiliscono fino a farlo sparire: trova la forza di farlo riemergere e iscriviti su questo link http://ow.ly/Pt8eY













Buone vendite a tutti.                                    Luca Gramaccioni

mercoledì 15 luglio 2015

TIMORE DEL FUTURO?

"La nostra più grande paura non è quella di essere inadeguati, la nostra più grande paura è quella di essere potenti al di là di ogni misura. È la nostra luce, non la nostra oscurità che più ci spaventa." (Marianne Williamson )
Chi non ha mai sentito questa frase? Citata tantissime volte su libri, film e seminari in ogni luogo del mondo, è diventata uno dei simboli del libero arbitrio ovvero della tua capacità di scegliere cosa è meglio per te.

Scegliere cosa è meglio per se stessi è anche uno dei presupposti della pnl che cita "le persone adottano sempre la scelta migliore che hanno a disposizione in un dato momento, ma di solito ci sono molte altre scelte a disposizione di cui non sono consapevoli in quel momento". 

Ecco perchè sarebbe buona cosa per te e chi collabora con te partecipare il 28 luglio ed il 2 ottobre a Pescara al seminario Agente&Vincente: proprio perchè reputi impossibile che un seminario possa cambiare il tuo modo di essere Agente immobiliare! Questa tua percezione è davvero significativa perchè nella realtà ti assicuriamo che "ci sono molte altre scelte a disposizione di cui (forse) non sei consapevole in questo momento".

Prova a cambiare davvero e iscriviti su questo link http://ow.ly/Pt8eY

Buone vendite a tutti.                                    Luca Gramaccioni

domenica 12 luglio 2015

IO NON PARLO CON I CLIENTI: TROVO SOLUZIONI...

Ricordate la storiella di Julio Velasco che parla degli schiacciatori del volley che pretendono di insegnare agli alzatori come fare il loro mestiere? Succede quando si cercano alibi alle cose pensate male, fatte male e gestite peggio.
Ti lamenti perchè il cliente era mal disposto, non eri motivato, è un periodaccio etc. etc.? Evita di scaricare i problemi su altri: come dice Velasco "gli schiacciatori non parlano dell'alzata: la risolvono!"
Quindi è molto meglio anche per noi nell'immobiliare trovare soluzioni a cose impostate male piuttosto che piangere sulla mancate "perfette condizioni" perchè non ci saranno nè ora nè mai. 


Quindi se vuoi evitare di aspettare condizioni "perfette" (casa bella, cliente motivato e comprensivo, acquirente accomodante e con i soldi etc.) per fare la tua schiacciata personale (prendere l'incarico a prezzo o chiudere una trattativa etc.) forse è conveniente partecipare al corso Agente & Vincente, dove possiamo fornirti una serie di accorgimenti per adattarti a tutte le possibili occasioni (le alzate del volley) che, anche se non perfette, ti mettono in condizione di fatturare e guadagnare (la schiacciata del volley) attraverso tecniche sperimentate e funzionali.
Partecipa il 28 luglio ed il 2 ottobre a Pescara al corso Agente&Vincente iscrivendoti su questo link http://ow.ly/Pt8eY
..... se davvero vuoi trovare la tua soluzione...
Buone vendite a tutti      Luca Gramaccioni

venerdì 10 luglio 2015

IL MERCATO RIPRENDE? O IL MERCATO RESTA GIU'?

Quien sabe? Chi lo sa? Esistono tanti indicatori possibili per interpretare un mercato: dai macrocicli economici, al numero di compravendite, alle richieste di mutuo e relative erogazioni, fino ai più prossimi alla tua quotidianità come il numero di visite effettuate, la quantità di richieste valide, di ribassi del prezzo riusciti o l'accettazione di offerte talvolta anche ignobilmente basse. Di fatto comunque esiste un solo modo per un Agente immobiliare di non far caso all'andamento di mercato ed è la sua capacità di acquisire a prezzo e di proporre l'acquisto in modo accattivante. Certo, se non ci sono soldi sarà difficile poter chiudere compravendite, ma in fondo il nostro mestiere non è quello di limare le differenze fra domanda ed offerta?

Ecco perchè dovresti partecipare al corso del 28 luglio e del 2 ottobre a Pescara: per uscirne con maggiori capacità utili a fregartene del mercato. Che vada giù o vada su non è così importante quanto essere davvero capaci di negoziare e chiudere trattative anche solo accennate.
Il corso Agente & Vincente è progettato proprio per questo: puoi davvero credere di perdere questa occasione?
Iscriviti a questo link http://ow.ly/Pt8eY
Buone vendite a tutti.                                    Luca Gramaccioni

mercoledì 8 luglio 2015

AGENTE & VINCENTE? MICA FACILE!

A parole chiunque può spiegarti in che modo riuscire a fare del business nel real estate, ma nei fatti o si è poco preparati a trasferire i contenuti e le tecniche (pochi sono i bravi insegnanti) o non si ha sufficiente esperienza diretta per poterle insegnare. 

Anch'io, nonostante i 27 anni di "carriera" sono costretto alla riprova di quello che dico e che insegno, proprio perchè l'immobiliare è un mercato altamente mutevole e la vera differenza tra il solo partecipare ad un corso ed il poter davvero utilizzarne il contenuto , parte proprio dall'esperienza che il formatore fa quotidianamente a contatto con la realtà del mercato. 
Il progetto Agente & Vincente con Salvatore Coddetta, parte proprio da questo presupposto: competenze aggiornate nella realtà quotidiana, riportate in aula ad uso e consumo dei partecipanti.
Vuoi perdere questa occasione?
Vieni a Pescara il 28 luglio ed il 2 ottobre  ed aumenta le tue potenzialità con noi oppure stay tuned su www.agentevincente.com e usufruisci dei webinar online.

Buone vendite a tutti.                                    Luca Gramaccioni