lunedì 12 luglio 2010

Ma tu come Fai? (2)

....... continua
Parlare dei fatti ed evitare le opinioni
Nell’Analisi transazionale si dice che l’unica comunicazione possibile è quella “neutra”.
In effetti se raccontiamo ed argomentiamo su fatti conosciuti o conoscibili o comprensibili al nostro cliente, è impossibile che questi possa contestarli. Quando invece forniamo una nostra opinione, seppur giusta ed esposta correttamente, siamo sempre a rischio di interpretazione e, quindi, di rigetto delle nostre tesi. Non è meglio evitare di impelagarsi su cose che possano essere oggetto di rifiuto o critica?
Meditate gente…meditate….
Cercare sempre un feedback:
Domandiamoci sempre: ma il cliente sta ascoltando, capisce o è d’accordo?
Quando siamo insieme ai nostri clienti è sempre opportuno porsi per un attimo in “dissociato” (ovvero osservare la scena che stiamo vivendo dall’esterno, come se fossimo gli spettatori di noi stessi) e farsi delle semplici domande su come il cliente sta vivendo il nostro incontro e quale livello di attenzione ha raggiunto. Questo ci permetterà di “aggiustare il tiro” e di cercare di comunicare in modo più efficace
Fare un breve riepilogo ogni tanto
Repetita juvant, ripetere è utile. Questo concetto universale dell’apprendimento è utilissimo con un cliente che, secondo le nostre intenzioni ed interessi, dovrebbe ricordare: i vantaggi, i costi, i particolari, le modalità, le caratteristiche…..
Controllate pure se non ho ragione!


Come vedete cose molto semplici e banali: ma siete certi di usarle sempre?
Buone vendite a tutti...
Luca Gramaccioni
Se desideri ulteriori informazioni o suggerimenti oppure vuoi scambiare opinioni sul mondo della formazione per gli operatori immobiliari, contattami direttamente su gramaccioni@formazioneprofessionisti.com
Posta un commento