lunedì 14 maggio 2012

CONDIVISIONE: UNA SOLUZIONE POCO CONOSCIUTA

Il tema della collaborazione affrontato da Raffaele Racioppi su condivisioneimmobiliare.it

Condivisione Immobiliare: a volte si preferisce un problema che è familiare ad una soluzione che non si conosce bene.….cambiare abitudini e visione è spesso difficile e doloroso, più facile è nascondersi dietro al più classico “si è sempre fatto così”.Non dico che cambiare e provare nuove strategie sia sempre efficace, ma è un modo costruttivo per affrontare momenti come quello che stiamo vivendo, dove l’unica cosa certa è che, per una serie di fattori politico, sociali, economici e tecnologici, che il domani sarà diverso. Vale in tutti i settori e chiaramente l’immobiliare non ne fa eccezione. Non credo ci siano soluzioni miracolose, ma qualche cambiamento di visione e di operatività è necessario. Non fare, per non sbagliare, sembra essere il motto …e nel frattempo che si fa? Urgono idee concrete per creare produzione, per ridare quel minimo di entusiasmo che caratterizza poi le riprese. Non dobbiamo drammatizzare oltre il dovuto, ma neanche nascondere la testa sotto la sabbia per non vedere. Non aspettiamoci regali e cerchiamo di immaginare come essere competitivi in questo mercato senza confrontarci continuamente con il passato. In quella dimensione non posssiamo più lavorare, possiamo farlo invece nell’oggi e prepararci per farlo domani.Noi stiamo mettendo sul tavolo qualche idea, Wikire.it, ad esempio, è un nuovo modo di concepire il portale inserzionistico. L’informazione (l’annuncio) vuole raggiungere un obiettivo diverso, essere visibile dal Collega. Una scelta precisa, che identifica a mio parere una necessità precisa …quella di testare la Condivisione. Indubbiamente si tratta di avvicinarsi ad un cambiamento importante. Dall’esperienza maturata in anni di incontri e di aule con gli Agenti Immobiliari, mai come oggi ho la netta sensazione che la maggior parte abbia preso coscienza che la bussola della professione indica inesorabilmente  quella rotta …ma la paura di affrontare qualcosa che non si conosce, la certezza costruite su tanti anni di successo, l’abitudine a non fidarsi del collega e la speranza che tutto torni come prima sono ancora un grande freno!Sappiamo tutti, anche se in molti casi lo neghiamo, che quello che si faceva ieri, non andrà più bene se non adeguato alla nuova realtà, tutti sappiamo che non si funzionerà più come prima. Non è messaggio di pessimismo o di sfiducia, anzi è un invito a valutare e proporre qualche idea alternativa ed azioni concrete, credo è arrivato il momento di non aspettare oltre ed attivarsi portando in prima persona un contributo.l Social dedicato agli Agenti Immobiliari è a disposizione, iscrivetevi e proponete argomenti di discussione, sono certo che ognuno può dire qualcosa di valido e che insieme ad altri colleghi potranno svilupparsi idee interessanti. Come avrete letto sull’immagine di apertura, Einstein sosteneva che: “…follia è fare sempre la stessa cosa, aspettandosi risultati diversi."
Raffaele Racioppi

 

Posta un commento