mercoledì 28 gennaio 2015

LIVORE, ASTIO, NANI & BALLERINE

Per passione, e per beneficenza, scrivo libri per agenti immobiliari e negli ultimi 2 mesi sono stato in clausura per finire, correggere e perfezionare una serie di progetti editoriali, risultando così  piuttosto assente dai social media. 
Volendomi aggiornare un po', al mio ritorno ritrovo sui social una serie di argomenti "formativi" affrontati in modo spocchioso, polemico e forzatamente scandalistico.
Il nostro variopinto mondo si compone infatti sia di seri professionisti sia di diversi pseudo-opinionisti da bar dello sport, che non mancano di far sentire spesso la propria voce anche scrivendo in un italiano improbabile.
Spesso li coglie il Livore verso quelli che realizzano qualcosa in quanto sono incapaci di proporsi e di farsi apprezzare proprio per ciò che in effetti sono: i veri cazzari dell'immobiliare. Sono quelli del "non va bene!"  che quando gli chiedi come farebbero loro, ti rispondono "...e che ne só? Non va bene!"
Lo stesso livore prende quelli che accusano di auto-refenzialitá tutti quelli che parlano di un qualsiasi proprio risultato: ma come si possono approfondire le cose se non si citano quelle vissute, buone o cattive che siano? 
Parlo per me: quello che conosco e posso insegnare lo dico e, soprattutto, lo scrivo. Le mie esperienze sono pubbliche ed i miei risultati, buoni o cattivi, pure. Basta chiedere ed informarsi se é vero che uno dice cazzate o meno, sul web questo difficilmente può sfuggire.
Ma livore, incongruenza e, spesso, la cattiveria gratuita, la fanno da padrone. Purtroppo basta un "dici tutte cazzate" buttato li su un social ed ecco che vale di piú di 1.000 referenze positive, testi, prove, gente soddisfatta etc.
Fare leva sullo scandalo e sul dissenso invece di informarsi ormai é la moda dei "Nani" , quelli che non hanno nulla da dire e da insegnare,  che non ti arricchiscono ma ti fanno ridere e sono piacevoli e, quindi, si beccano giustamente i consensi di molti.
Come tutti i nani delle favole (qui usati come figura retorica) sono arguti e furbi mascherando qualche rara intuizione come fosse sapienza, ma sopratutto appena sono in difficoltà  "buttano tutto in caciara" (confusione) per avere l'ultima parola, quella che secondo loro gli fa vincere la battaglia della ragione. 
Professionalmente restano Nani, nel senso che hanno risultati altalenanti, e si arrabattano per sopravvivere anche se fanno i signori che non hanno bisogno di nulla. 
Maschere, o sepolcri imbiancati, belli e simpatici fuori, ma squallidi dentro.
Poi ci sono le "Ballerine", quelli  che cambiano idea e bandiera a seconda di come va la discussione. Si cerca il consenso stando nella massa o spalleggiando il più forte. 
Oppure, come é successo recentemente, si spara a zero su eventi e persone, per poi mandare messaggi del tipo "guarda che non ce l'avevo con te"  in una sorta di prostituzione intellettuale tipica della politica e tipica di chi "ha bisogno fisico" di farsi vedere e sentire altrimenti nessuno saprebbe chi sia.
Di questo genere c'é anche la versione intellettuale, quella che scrive in modo forzatamente scandalistico ed accusatorio, basando le proprie accuse su un molto precario equilibrio del "vero-falso", degno delle migliori ballerine di hip-hop. Questo é un soggetto quasi pericoloso perche abilissimo a falsare la verità sovvertendo il famoso motto di marketing "The truth well told" la verità detta bene, in un misererevole "The lie dressed smart", la bugia vestita in modo ammiccante ed accattivante.
Cosa fare se trovi Astiosi, Nani e Ballerine
Lasciali perdere, non dar loro peso tanto sono a te davvero inutili, anzi, intralciandoti scoprono al mondo il loro modo squallido di vivere. A punirli é il loro stesso pensiero che tu sei felice di quello che fai, raccogliendo soddisfazioni economiche  e personali.
E infine, parlando di cose serie, Astiosi, Nani & Ballerine che risultati hanno per permettersi di criticare? 
Scommettiamo che non sono dei supermen immobiliari?
Meditate gente, meditate.

Buone vendite a tutti                                            Luca Gramaccioni



ps: Dimenticavo: allego i comandamenti sulla formazione degli Agenti immobiliari "davvero preparati". Seguili e sarai vincente di sicuro! 





Posta un commento