domenica 25 maggio 2014

L'ARIA NUOVA DEL MOVIMENTO "5 VENDITE"

Mi scuso subito con i sostenitori di Grillo per l'accostamento forzoso: potete chiamarlo “5 Vendite” ma anche “5 incarichi” o “5 proposte”, ciò non toglie che, in clima elettorale, é naturale l’accostamento fra quello che succede all'interno di un semplice gruppo FB, al trasversalismo politico tipico dei grillini.
Un gruppo di pazzi e di fancazzisti in pieno Facebook-style? Gente che si improvvisa Capo-popolo o si spaccia per professionista ultra-trendy? 
Ma che sta succedendo?
Quello che sta succedendo ha davvero dell' incredibile: discussioni aperte sulla scorta di esperienze professionali vissute in diretta, che diventano tema acceso di discussione e di utilissimi consigli!
Battute e paradossi che cementano alleanze ed amicizie come le migliori cene aziendali, spaccati di vita e riflessioni filosofiche, consigli operativi e linee guida tecniche.
E poi inviti e sfide, diverbi e foto, litigi e pacieri (gli amministratori), guerre sante pro concetti e pro marchi trasformate in breve in  argute considerazioni,  raffronti, confronti, risate, trucchi, accorgimenti e dogmi professionali.
Addirittura la creazione di movimenti "tellurici" come “SpegnilPortale” vera icona di una insoddisfazione che, dispiace dirlo, sembra un ineluttabile dejavu con le carenze percettive dimostrate negli anni, loro malgrado, da associazioni, fornitori, aziende ed istituzioni nei confronti dei propri associati e clienti.
Quello che era iniziato nelle nostre intenzioni come luogo ludico e di relax,  si è trasformato senza volontà di chicchessia in un vero e proprio "Lab" o “incubatore” di idee.
Appare  infatti molto simile ad una startup per energia e voglia di fare per riuscire finalmente a spezzare quella cappa opprimente che mercato, ottemperanze e fisco hanno posato sugli operatori da 5 anni a questa parte.
Aria nuova, fresca, gioiosa ed arguta, talvolta rabbiosa e commovente con un pizzico di partigianeria ed una spruzzata di forza morale esternata in un attualissimo "tantoallafinevinciamonoi".
Ed è vero! Alla fine questa categoria vincerà, vincerà il tanto agognato riconoscimento professionale nella percezione del pubblico, sdoganando chi da anni è stato spesso a malapena tollerato dai clienti come un paria, un buono a nulla, un passaggio inutile, una tassa.
Ed è forse per questo che in questo gruppo, strano a dirsi, nessuno si tira mai indietro: certo qualcuno é più attivo, altri meno, ma tutti indistintamente sono partecipi, attenti e pieni di idee e di "mi piace" che arricchiscono questa immensa piazza dei 10.000 amici-colleghi-fratelli-di-ventura, in una solidarietà miracolosamente ritrovata.
Capita che talvolta si soffra e si diventi insofferenti, che talvolta si giochi facendo sul serio, talvolta si litighi con il cuore in mano in un melting-pot di emozioni contrastanti e picchi di energia pura che manco dal mega-motivatore di turno riesci a respirare!
Sin dal primo mattino fino a notte ed al mattino successivo in un continuo turbinare di foto, selfies, proposte di legge ed accadimenti balzani e grotteschi ci trovi anche incredibili outing di gente alla miseria travolte dalla solidarietà di centinai di colleghi oppure esternazioni di gente con un piede fuori dalla professione che sono travolti invece dalla sindrome del tradimento alla categoria, vero ed unico delitto imperdonabile.
Qui dentro poi ci trovi tutti e tutti sono già dentro: singoli, gruppi, gruppi in franchising, imprenditori ed operatori, qualche tecnico e qualche figura nuova come gli stager e gli home hunter.
Certo si sono scoperti personaggi border line, furbetti del quartierino, ex clienti camuffati, idioti di razza ed ex operatori tesi a rompere le balle a tutti ma che volete farci: è un Movimento che sa di movida, è una festa quotidiana fra amici di sempre e qui dentro gli ospiti sono spesso "accettàti"  più che ben accetti..... spirito di corporazione, che volete farci....
Per la prima volta in 25 anni ho percepito un "noi ci siamo,  noi esistiamo" forte come non mai, figlio dei tempi e della maturità ma, soprattutto, figlio dell’anima invincibile che anima chiunque si occupi di questa professione.
Non so se porterà qualcosa, se sarà un valore aggiunto, se morirà così come è nato ma oggi, con le parole prese in prestito dal Blasco, è bello poter credere ad ogni accesso al gruppo che…. qualche volta fai pensieri strani – con l'entusiasmo li sfiori, li sfiori – tu solo con la tua gente – e tutto il resto fuori…”

In costante equilibrio tra il serio ed il faceto.
Buone vendite a tutti                      Luca Gramaccioni
Posta un commento