lunedì 28 febbraio 2011

Visualizzando creo e realizzo Strategie vincenti

In attesa del Form-Aid 2011 una tecnica utile da Alessandro Di Priamo, esperto di Peak Performance nato e cresciuto come formatore in ambito immobiliare e Campione del Mondo master di Maratona nel 2007.
Quando sono nel pre-gara cerco di rielaborare con la mente le ultime informazioni per decidere la migliore strategia tramite l’utilizzo dell’immaginazione con le visualizzazioni”. Cosa sono le visualizzazioni?  Questa tecnica  consiste nella creazione di rappresentazioni mentali degli esatti  movimenti e stati della performance sportiva  e non. Le immagini mentali,  infatti, hanno il potere di anticipare i processi mediante i quali si generano gli impulsi neuromuscolari che regolano e controllano i movimenti fisici. Le immagini agiscono a livello subliminale e sono olografiche (cioè tridimensionali). La visualizzazione quindi permette di ripassare mentalmente le fasi di una competizione sportiva prima di competere e di risolvere problemi di tipo spaziale come le sequenze adatte al raggiungimento dell’obiettivo,  migliorando il processo di apprendimento dell’atleta. In questo modo la persona ha la possibilità di prepararsi a tradurre i modelli realizzati interiormente in azioni effettive. I ricercatori affermano che “l’uso sistematico delle visualizzazioni per il rendimento sportivo,  costituisce uno dei contributi più importanti per il training mentale dell’atleta” e sottolineano che per avere un buon risultato da questa tecnica,  la rappresentazione mentale prodotta deve comprendere il movimento ovvero compiere realmente il gesto immaginato. Oltre al movimento la tecnica dovrà essere anche “sensorialmente basata” e questo significa che, al di là delle immagini in movimento,  in essa saranno contenute anche la percezione dei suoni e delle sensazioni fisiche che si proverebbero  durante l’evento sportivo. Così,  l’atleta avrà una “ mappatura completa” della prestazione anticipata e già vissuta, il che  lo aiuterà notevolmente nel corso della gara. Invito a pensare a cosa significherebbe applicare questa tecnica anche ai momenti “importanti” della propria professione dove, talvolta, si è carenti di addestramento e sperimentazione.
                                                                                                         Alessandro Di Priamo
Le informazioni sui corsi di Alessandro Di Priamo si trovano su http://www.alessandrodipriamo.it/ , è inoltre possibile contattarlo su http://www.alessandrodipriamo.it/contatti.php 
Posta un commento