martedì 21 giugno 2011

Ivano Scolieri ed il Visionary Coach

Albert Einstein ha affermato: “Non puoi risolvere un problema con lo stesso tipo (o livello) di pensiero che sta creando il problema”. La soluzione consiste nel “pensare alla situazione guardandola dal di fuori”. Il risveglio alla libertà è il modello di un Coaching con la “C” maiuscola, che aiuta i clienti a “uscire dalla situazione problematica” degli schemi limitanti della vita attuale e a trovare un tipo di pensiero diverso da quello che ha creato il problema. Di seguito una descrizione del Visionary Coach di Ivano Scolieri presente al prossimo Form-Aid.
Il Coaching è una disciplina relativamente nuova in Italia che si è affermata negli Stati Uniti oltre 50 anni fa, affondando la sua ispirazione e  le proprie  radici ed ispirazione nello sport e più recentemente è approdata con grande successo nel mondo del lavoro. Ha come obiettivo la crescita  e lo sviluppo dell’individuo determinando  traguardi specifici  e successi concreti. Il Coachee è responsabile di ogni suo passo, mentre il Coach lo aiuta a diventare consapevole dei suoi obiettivi e nel realizzarli al meglio. Coaching è uno strumento con dinamica attiva, dove la persona apprende rimuovendo di volta in volta quelle barriere o comportamenti disfunzionali che non permettono la realizzazione. Tra le tante innovazioni e forme che hanno alzato lo stile ed il beneficio del Coaching sono intervenuti il Counselor, ed in ultima battuta la filosofia del Coaching. 
Questa ultima ed ambiziosa risoluzione trova oggi spiegazione nella figura del “Visionary Coach”. L’approccio del Visionary Coach è audace, sensibile, intuitivo e soprattutto sistemico attraverso le basi funzionali dell’approccio comportamentale mediato dai saperi del passato e moderni della filosofia, crea nelle persone risultati senza precedenti. L’incontro individuale o di gruppo con il Visionary Coach è altamente efficace e non ripetitivo ed ogni seduta/incontro diventa  un valido e visibile aiuto per le competenze cognitive–relazionali, rimettendo in moto il sano movimento della motivazione personale. Il Visionary Coach formalizza con il Coachee una serie di obiettivi realizzabili in area professionale e personale, anticipando e rendendo consapevole l’individuo su altri possibili desideri personali. Trova legittimazione con il Visionary Coach il fatto ineluttabile che ogni cosa che viene condivisa tra coachee ed il Suo Coach, alla fine diventa sviluppo, possibilità, libertà e soprattutto funzionalità nella vita quotidiana.                                                            Ivano Scolieri
Posta un commento